Attualità

Acqua bene comune, riaffermare lo spirito del referendum e della volontà popolare

lunedì, aprile 14th, 2014

KI 2

ACU si associa a Konsumer Italia!

Comunicato stampa –  14 aprile 2014

Consumatori: non a un DLGS senza aver sentito le necessità dei consumatori

lunedì, aprile 14th, 2014

350_direttiva_efficienza_energetica_europea (1)

Comunicato stampa Associazioni dei Consumatori – 14 aprile 2014

Campagna adesioni ACU 2014-2015

mercoledì, aprile 9th, 2014

image description

APPELLO

DIAMOCI LA MANO

CAMPAGNA ADESIONI 2014

OGGI LA TUA ADESIONE PREMIA

I NOSTRI PRIMI 30 ANNI

Mi rivolgo a tutte e a tutti coloro che, a partire dal 1984, si sono rivolti, anche per un solo consiglio telefonico, all’ACU-Associazione Consumatori Utenti – non profit (già Agrisalus), affinché l’adesione all’Associazione diventi una scelta consapevole e duratura.

Affinché l’impegno volontario trentennale di tante persone  che hanno messo il loro lavoro a servizio dei cittadini diventi motivo di continuità per l’Associazione, abbiamo bisogno che almeno 30.000 persone confermino e rinnovino  l’adesione all’ACU.

Infatti, l’Autorità ministeriale competente ha promulgato norme più stringenti per l’ammissione delle Associazioni dei Consumatori all’Elenco Nazionale previsto dal Codice del Consumo, la cui presenza permette il mantenimento sostanziale delle attività dell’Associazione quale interlocutrice tra i cittadini e le istituzioni, le aziende e gli enti di servizio.

Constatiamo che moltissime persone si rivolgono all’Associazione nel momento del bisogno immediato e poi si dimenticano di rinnovare l’adesione.

ACU ha bisogno  di voi tutti, con continuità!

Se tutte le persone che si sono rivolte all’ACU, anche solo per una prima richiesta di informazione, avessero rinnovato negli anni la propria adesione, oggi potremmo contare su oltre 500.000 associati!!!

Ma questo non basta alla Pubblica Amministrazione: ogni anno tutti gli associati devono   confermare la propria volontà di aderire con una firma sul  modulo  di adesione  (vedi anche al link http://www.associazioneacu.org/iscriviti/) che è di facile compilazione e contiene tutte le informazioni necessarie.

Si precisa che non è obbligatorio il codice fiscale ma soltanto: cognome, nome, via, numero civico, cap, città, sigla della provincia, firma, data. Il versamento può avvenire anche separatamente in un secondo momento con l’invio dell’importo equivalente in francobolli (spendibili per le attività di informazione ai soci) o con pagamento in contanti presso gli sportelli ACU sul territorio.

 

Aderire all’ACU è molto semplice

Dal 2003 la quota sociale è di 1,00 € per anno solare, onde  evitare appesantimenti ai bilanci famigliari e per favorire l’accesso di tutti; tant’è che perfino il Ministero ha deciso, dal 2013, che tale importo sia quello minimo.

Se oggi ci diamo tutti una mano, possiamo andare avanti assieme per ottenere importanti risultati come, ad esempio, la conoscenza, la diffusione e l’applicazione su vasta scala della cosiddetta conciliazione paritetica, cioè uno strumento veloce e gratuito che permette la soluzione del contenzioso con le maggiori aziende di servizi (vedi allegato). Tutte le indicazioni pratiche e la modulistica occorrente si trovano sul sito http://www.associazioneacu.org/conciliazioni/reclami-e-conciliazioni/

Può inviarci il modulo di adesione firmato per posta, via mail ad associazione@associazioneacu.org, via fax allo 02/6425293 o consegnandolo a mano presso una delle nostre sedi. Può scaricare il modulo anche dal nostro sito http://www.associazioneacu.org/iscriviti/.

Per ogni richiesta di chiarimento si rivolga al nostro numero verde consumatori 80000 99 55 dal lunedì al venerdì 09.30-12.30 / 14.30-17.00.

 

Si ricorda inoltre che ogni aderente all’ ACU, oltre a ricevere informazioni,  ha anche  la possibilità di avvalersi della consulenza dell’Associazione secondo le seguenti modalità:

Il socio può usufruire dello sportello consumatori presso una delle sedi ACU ed essere ascoltato da un collaboratore di fiducia che potrà fornirgli il migliore consiglio possibile per una soluzione di tipo esclusivamente stragiudiziale della sua controversia (per l’eventuale apporto di un esperto legale, ACU valuterà di volta in volta il percorso  operativo più idoneo).

Per questo tipo di intervento ACU richiede un rimborso spese fino ad un massimo di € 100 che varia   in relazione alla tipologia ed alla complessità della pratica, oltre che  alle procedure imposte dalle singole imprese/controparti.

Nel caso in cui il consumatore abbia difficoltà a raggiungere uno dei nostri sportelli sul territorio, può avvalersi di un intervento scritto dell’Associazione finalizzato a sollecitare la la risposta della controparte e a facilitare la soluzione positiva del contenzioso.  In questo caso l’Associazione chiede un versamento di 10 € o a mezzo invio francobolli o con bonifico bancario IBAN: IT89H0501801600000000118100 c/o Banca Popolare Etica.

In entrambi i casi al consumatore viene rilasciata una ricevuta firmata, timbrata e numerata.

GRAZIE!!!

 

Il Presidente Nazionale e Legale Rappresentante

Dott. Gianni Cavinato

La convenzione ACU-Konsumer Italia: un primo passo per rafforzare l’unità dei consumatori

martedì, aprile 8th, 2014

image description

KI

Convenzione/accordo

Modulo per la richiesta  di iscrizione

Riferimenti di Konsumer Italia, Presidente Fabrizio Premuti
www.konsumer.it, info@konsumer.it, konsumerblog@blogspot.it

Il garante privacy fissa le regole per partiti e movimenti politici

lunedì, marzo 31st, 2014

GPimage

Comunicato stampa Garante Privacy – 25.03.2014

Energia: da aprile doppia riduzione delle bollette

lunedì, marzo 31st, 2014

luce-gas-in-calo

Comunicato Stampa Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico – 28.03.2014

Modifiche al Codice del Consumo in attuazione della direttiva 2011/83/UE sui diritti dei consumatori

martedì, marzo 18th, 2014

1356

Decreto legislativo 21 febbraio 2014, n. 21 – G.U. n. 58

L’agroalimentare italiano per l’Expo 2015

giovedì, marzo 13th, 2014
ItaliaMappaWineFood
Gentili amici,
Sono riuscito a pubblicare la conferenza stampa e a fare un intervento.
Al minuto 50′ e 30” la domanda di ACU MARCHE al Ministro Maurizio Martina: I Consumatori e utenti chiedono etichette chiare e prodotti sicuri SENZA OGM. Non basta dire che un prodotto è MADE IN ITALY, vogliamo anche sapere IL TERRITORIO di provenienza, DA CHI e COME E’ STATO COLTIVATO, senza pesticidi e senza veleni nell’ambiente.
Roma 10-03-14 Ministro Politiche Agricole Maurizio Martina: L’agroalimentare italiano per l’EXPO 2015
Saluti da Carlo Cardarelli
ACU Marche
 

Energia: oltre 2 milioni di clienti hanno ottenuto il bonus-sconto

lunedì, marzo 10th, 2014

bonus-energia

Comunicato AEEG – 10 marzo 2014

ACU Calabria e Konsumer Calabria propongono una procedura di conciliazione per risarcire i danneggiati

venerdì, marzo 7th, 2014

calabria2

Comunicato ACU Calabria-Konsumer Italia – 07 marzo 2013